Note in cascina 2024

con il supporto di

Locandina note in cascina 2024

Cibo e musica per raccontare il territorio

Il pensiero che sottende a Note in Cascina parte semplicemente dall’etimo della parola cultura – che la fa derivare dal latino colĕre, coltivare, far crescere – e dall’idea che i primi, insostituibili ed originari professionisti della cultura siano proprio gli agricoltori, gli artigiani e gli artisti.
L’agricoltore è il depositario d’un’antica sapienza e d’una mai desueta filosofia, che rispetta i tempi e gli equilibri della Natura e che, seminando e piantando alberi, riconosce l’insostituibilità del patto intergenerazionale, che fa dell’uomo un animale storico. L’artigiano riconosce alla materia un’anima, sa che essa va studiata, conosciuta e rispettata prima di poterne ricavare il frutto desiderato, e sa che l’unico lavoro che dà frutti è il lavoro ben fatto. L’artista infine è colui che sublima le antiche virtù dei primi due, perché coltiva e cura il genio dentro di sé, per poter sfamare gli altri con la bellezza della sua arte e sa cogliere l’anima e l’essenza della parola, del suono, del colore, della materia.

La musica in particolare è sempre stata l’espressione artistica più connaturata all’attività agricola ed artigianale, perché nella tradizionale scansione del tempo caratterizzava i giorni di festa, quelli contraddistinti dall’abbondanza del vino e del cibo ed allietati dalla musica, quasi sempre suonata con gli strumenti che gli stessi lavoratori si costruivano nelle giornate d’inverno.

Ecco quindi uno degli obbiettivi del progetto: riportare la cultura, la musica in particolare, in uno dei suoi spazi d’elezione, le aie delle fattorie, e farlo in un clima di festa antica, capace di coinvolgere gli ospiti e tutto il territorio.

L’azienda che ospita l’evento si apre alle altre aziende agricole e agli artigiani del territorio, in una logica di virtuosa cooperazione, per presentare insieme la filiera locale del cibo familiare e le eccellenze che produce e per raggiungere gli altri obbiettivi del progetto:

      • valorizzare i prodotti delle aziende agricole e dei Maestri del Gusto del territorio;
      • enfatizzare il ruolo multifunzionale delle imprese agricole e artigianali, come insostituibile presidio di comunità e valore aggiunto socio economico delle stesse;
      • offrire ai consumatori un momento di conoscenza del cibo e di riflessione sull’importanza ed il ruolo delle aziende agricole e dell’artigianato locale;
      • offrire a gruppi musicali torinesi uno spazio non usuale per esprimersi, valorizzare la loro arte e farsi conoscere nel loro territorio.

Programma

Tutti gli eventi in programma iniziano alle ore 19,00 con la presentazione dell’iniziativa, delle aziende coinvolte e la degustazione guidata dei prodotti; a seguire, alle ore 21,00, iniziano gli spettacoli musicali.

Gli eventi sono esclusivamente a prenotazione sino ad esaurimento posti.

Per prenotarsi compilare il form.

È previsto il pagamento di un ticket promozionale del valore di € 10,00 comprensivo del biglietto SIAE di € 5,00 per lo spettacolo e di € 5,00 di contributo per la degustazione dei prodotti.

Il pagamento del ticket avverrà direttamente il giorno dell’evento, tramite contanti o Satispay (No bancomat/carta di credito).

Gli eventi iniziano con la Camera di commercio di Torino, che presenta al pubblico le sue iniziative di valorizzazione delle produzioni alimentari agricole ed artigianali (I Maestri del Gusto, Torino cheese e Torino DOC) e Molecole d’Acqua APS, che illustra lo spirito dell’iniziativa, e proseguono articolandosi in tre momenti:

 

      • presentazione del territorio, dell’azienda agricola ospitante e dei produttori coinvolti;
      • degustazione dei prodotti condotta e guidata dai produttori stessi;
      • spettacolo musicale.

Sabato 25 maggio – ore 19:00

Agri-gelateria L’Arte del Latte di Nole (To), strada Maddaleno 6, regione Grange.

21.00pm

Spettacolo musicale del gruppo musicale IMensemble dell’Associazione L’Iniziativa musicale di Rivalta di Torino, che propone lo spettacolo “Mare nostrum”, una riflessione in musica sul Mediterraneo attraverso la ricchissima e feconda contaminazione musicale che unisce le sue sponde.

Mercoledì 26 giugno – ore 19:00

Agri-birreria della Società Agricola TUM di Cavour (To), via Antica di Saluzzo 2

21.00pm

L’intrattenimento musicale sarà curato dal gruppo musicale torinese Valkanorr, che propone musica celtica di grande coinvolgimento, particolarmente apprezzata dai giovani e dagli amanti della musica popolare etnica

Sabato 13 luglio – ore 19:00

Anfiteatro Mompalà dell’Azienda Agricola Mompalà di Piossasco (To), via dei Mughetti 23

21.00pm

La musica sarà del gruppo torinese Superflamba, che propone musica rock in un contesto particolarmente adatto a lasciarsi trascinare da un ritmo a tutto volume